Diritto all’indennizzo per danno da vaccinazione antinfluenzale raccomandata

Corte cost., sent. n. 268/2017 – indennizzo per danno da vaccinazione antinfluenzale raccomandata
La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, co. 1, della legge n. 210/1992, nella parte in cui non prevede il diritto all’indennizzo anche nei confronti di coloro che si siano sottoposti a vaccinazione antinfluenzale raccomandata.
La questione di legittimità costituzionale era stata proposta dalla Corte di Appello di Milano con riferimento ad un caso in cui un cittadino aveva chiesto l’indennizzo allo Stato a fronte della diagnosi della sindrome di Parsonage Turner, insorta a seguito di vaccinazione antinfluenzale raccomandata dal Ministero della Salute. Tale indennizzo, secondo l’art.1, comma 1 legge 25 febbraio 1992 n. 210, spetterebbe soltanto in seguito a lesioni causate da vaccinazioni obbligatorie per legge, e non semplicemente raccomandate.
Nella sua pronuncia, la Corte Costituzionale conferma la equiparabilità, a livello giuridico, tra le vaccinazioni obbligatorie per legge e quelle fortemente raccomandate.
La Corte dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 1, comma 1, della legge n. 210 del 1992 nella parte in cui non prevede il diritto ad un indennizzo, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla medesima legge, a favore di chiunque abbia riportato lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, a causa della vaccinazione antinfluenzale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *